venerdì 27 novembre 2009

Il tarlo della lettura e i tarli dell'editoria

E' uscito Il tarlo della lettura (Rizzoli), una raccolta delle recensioni letterarie degli utenti di Anobii. Vi appare anche una mia stroncatura di La Famiglia Winshaw di Jonathan Coe, scritta nelle vesti di Filter. Mi sto strappando i capelli, perché è l'unica delle mie recensioni che mi sarebbe spiaciuto vedere pubblicata (troppo arrogante, troppo povera di argomenti). La colpa è mia, che non ho domandato alla curatrice quale recensione avrebbe usato quando mi ha chiesto la liberatoria.
Però mi ribello a vedere riportata, sotto la recensione, la seguente "libreria di Filter" (p. 324):
"NELLA LIBRERIA DI FILTER: Luigino Bruni, La ferita dell'altro - Antoine de Saint-Exupéry, Il piccolo principe - J.D. Salinger, Il giovane Holden - Marco Paolini, Vajont 9 ottobre '63 (con videocassetta) - Alessandro Baricco, Questa storia - Friedrich W. Nietzsche, Al di là del bene e del male - Friedrich W. Nietzsche, Umano, troppo umano - Italo Calvino, Le cosmicomiche - Herman Hesse, Narciso e Boccadoro - Stefano Benni, Bar Sport" (l'originale è tutto in maiuscoletto, orribile).
Curatrice! Editore Rizzoli! Sappiate che ho solo i due Nietzsche, Il piccolo principe e Il giovane Holden (e chi non ce li ha?). Quanto agli altri:
  • Luigino Bruni: non so chi sia;
  • Marco Paolini, Vajont 9 ottobre '63: visto in TV, bellissimo, ma non ce l'ho;
  • Alessandro Baricco, Questa storia: non ce l'ho e non ce lo voglio avere;
  • Italo Calvino, Le cosmicomiche: letto ma non ce l'ho;
  • Herman Hesse, Narciso e Boccadoro: non ce l'ho e non ce lo voglio avere;
  • Stefano Benni, Bar Sport: non ce l'ho, rispetto Benni ma non è la mia tazza di té.
Non chiederò il sequestro nazionale dell'opera, ma la mia stima per l'editore Rizzoli, che era già bassa, sta scavando.

Aggiornamento (28.11.09): nei commenti, Giuseppe Regalzi (di Bioetica) mi informa che mi hanno scambiato con un altro Filter di Anobii, che è poi il blogger di Luoghi non comuni con cui qualche pasticcione mi aveva già confuso in passato. Spero almeno che questo Filter sia una brava persona e non debba mai trovarmi la polizia postale alle calcagne per le sue malefatte informatiche.

3 commenti:

  1. Le cosmicomiche ci vogliono. E anche la corrispondenza.

    E anche Bar Sport. Filter! Rufo! Dovete assolutamente conoscere la Luisona. Per un po'di anni ce n'era una uguale al bar sotto casa, e non l'ho mai dimenticata...

    RispondiElimina
  2. Giuseppe: oddìo. Grazie dell'informazione.
    Oca S.: corrispondenza? che corrispondenza? Le cosmicomiche l'ho letto, quando ero giovane e povero e i libri potevo prenderli solo in biblio, poi non l'ho più comprato. La Luisona: non sai quante volte me l'hanno indicata al bar. Ormai è un grande archetipo della letteratura, come Edipo, che si può conoscere anche senza avere letto la tragedia.

    RispondiElimina